Se hai bisogno di aiuto, ti mostro l'elenco di domande e risposte piu' frequenti. Fai clic su una domanda in basso per visualizzare la risposta.

No, arredatore ed Home Stager sono due figure professionali differenti. Il primo deve accontentare il gusto del committente e le sue abitudini di vita. Il secondo si occupa di presentare al meglio le peculiarità di un immobile cercando di colpire un determinato tipo di pubblico. Tuttavia è frequente che alcuni Home stager si occupino anche di arredamento o di progettazione di interni.

L’Home staging è uno strumento di comunicazione immobiliare e non può mai sostituire la professionalità dell’agente immobiliare. Certamente, una casa ben presentata e fotografata professionalmente, fornisce all’agente immobiliare un numero molto più elevato di contatti, fra i quali sarà più semplice individuare il potenziale comparatore.

La preparazione professionale di un immobile non ha nulla a che vedere con interventi architettonici. Si utilizzano colori, tessili ed allestimenti scenografici temporanei volti a raccontare correttamente un ambiente, suggerendo, ma mai imponendo, un’atmosfera.

L’intervento di Home Staging può variare sensibilmente in base allo stato dell’immobile, ma è un intervento che comunque possiamo definire “veloce”. Di norma può essere risolto in un minimo di due a un massimo di 15gg

L’Home Staging rappresenta un investimento, normalmente a carico del proprietario, che difficilmente può essere quantificato a “listino” perché, a parità di metri quadrati o numero di stanze, può essere molto differente da immobile ad immobile. Sicuramente, trattandosi di un allestimento temporaneo, ha un valore economico differente rispetto ad una ristrutturazione ed un arredamento reali e definitivi.