Lunedì, 12 Dicembre 2022 09:38

UNA CASA TUTTA NUOVA, SENZA CAMBIARE CASA

Scritto da
Vota questo articolo
(0 Voti)

In questi anni di lavoro all’interno delle case, mi sono resa conto di quanto sia difficile immaginare un’ambiente, partendo dalla percezione del momento.
Se la casa è buia, disordinata, poco organizzata, il 90% delle persone non riesce a “vederla”.

In moltissime occasioni la sorpresa legata al risultato del mio lavoro è dovuta al fatto che la trasformazione è avvenuta senza una ristrutturazione, a volte perfino senza una tinteggiatura.
Ma come è possibile?
Con il tempo ho iniziato a darmi qualche risposta, perché all’inizio io stessa restavo strabiliata dai risultati che imputavo a qualche mio occulto super potere!
In realtà, le ragioni sono molto più semplici (eh, no… non ho nessun super potere!)
Quando abitiamo o vediamo a lungo una casa, ci abituiamo.
Iniziamo a riempirla degli oggetti della nostra quotidianità e giorno dopo giorno, non li vediamo più. Ci abituiamo alle pareti non più fresche, ai colori che sbiadiscono e ai vestiti sulla sedia.
Tutti questi oggetti sono veri e propri volumi e interferiscono con gli spazi e la loro energia, anche se non li calcoliamo.
Stare bene all’interno di una casa è il frutto di un’armonia generale che si genera dall’equilibrio di tantissimi fattori. L’equilibrio fra i pieni e i vuoti, fra luci ed ombre, fra odori e profumi, fra troppo caldo e troppo freddo. Ogni senso è coinvolto nel raggiungimento di questa sensazione di benessere e basta una nota stonata per infastidirci e comunicarci una generale sensazione di disagio. Provate, ad esempio, a visitare una casa molto bella ma con un cattivo odore, di chiuso o, ancora peggio, di scarico fognario… Avrete solo fretta di venire via il prima possibile.
Allo stesso modo, una casa super profumata ma estremamente in disordine, vi confonderà. Farete fatica a comprenderla e ne sarete disorientati.
La mancanza di orientamento ci restituisce una sensazione di allerta, di ansietà e non è affatto piacevole.
Ecco quindi che talvolta, senza accorgercene, ci troviamo a vivere in una casa che non ci piace più. La sentiamo stanca, superata… tutta da rifare.
Ma siamo proprio sicuri?
In tanti anni di home staging e di case allestite per la vendita o gli affitti ho imparato il potere della leggerezza, il famoso “less is more” che non è una frase ad effetto trita e ritrita, ma la possibilità concreta di ridare freschezza ad immobili che soffocano.
E così, applicando questa esperienza anche nelle case che hanno stancato i loro proprietari, grazie a piccoli interventi di home relooking, ho visto accadere veri miracoli. E’ davvero incredibile quello che si riesce a realizzare dapprima alleggerendo gli arredi e ottimizzando gli spazi (in questo caso non di rado chiedo il supporto ad una super professional organizer, Marica Menarello di Casa Poetica), poi la giusta tonalità alle pareti, l’uso corretto degli spazi, bilanciati a quelli di mobili e complementi ed, infine, un tocco di poesia e la trasformazione si compie. Siamo liberi di innamorarci di nuovo delle nostre case. Potremmo perfino scoprire un angolo preferito, che non avevamo mai considerato prima ed ogni momento che passeremo nelle nostre stanze si trasformerà in una vera e propria ricarica.
Noi siamo energia, le nostre case veicolano energia. Armonia è permettere questo respiro, renderlo naturale e fluido. Migliora il nostro riposo, migliora la nostra vita e la nostra percezione di felicità. Siamo creature nate nella bellezza, profondamente legate e collegate all’ambiente in cui viviamo.

“Le cose sono unite da legami invisibili. Non puoi cogliere un fiore senza turbare una stella.”
GALILEO GALILEI

Letto 635 volte Ultima modifica il Lunedì, 12 Dicembre 2022 09:44
Altro in questa categoria: « CAMPAGNA LOMBARDA
Devi effettuare il login per inviare commenti